“Mai più sole”: il 28 novembre Pomezia contro la violenza sulle donne

In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne che ricorre come ogni anno il 25 novembre, Sportello Donne Pomezia ha curato un programma ricco di iniziative culturali e di dibattito per sabato 28 novembre 2015. Saranno coinvolte tutte le associazioni del territorio dove le donne sono protagoniste. Vi aspettiamo!

28 novembre

 

19 settembre in Piazza a Roma #befreefromviolence

Segnaliamo che oggi, 19 settembre 2014, in Piazza Sant’Egidio, a Roma, dalle 10.00 e per tutta la giornata avrà luogo un happening che dura tutto il giorno per combattere la violenza di genere, organizzato dalla Cooperativa Be Free.
Così ne parlano le organizzatrici:

“Per stendere un bucato particolare
per animare la piazza e coinvolgere tutte e tutti nella lotta alla violenza di genere
per vendere i nostri magnifici gadget
per diffondere la campagna
#BEFREEFROMVIOLENCE
che puoi vedere sul nostro sito
www.befreecooperativa.org

Violenza, imparare a riconoscerla

chiamata

Succede sempre più spesso che:
– Il tuo partner critica continuamente il tuo modo di muoverti, di parlare, di vestire;
– ti critica anche davanti ai/lle figli/e;
– ti critica davanti ai tuoi amici per quello che dici o per come ti comporti;
– ti chiede di cambiare il tuo aspetto fisico per compiacerlo;
– non ti permette di telefonare e/o di vedere i tuoi familiari;
– non ti permette di uscire da sola o con le tue amiche;
– ti segue;
– controlla le tue telefonate e i tuoi sms;
– ti accusa di non essere una buona madre;
– ti accusa di non essere una buona moglie;
– minaccia di non farti vedere più i figli;
– minaccia di ucciderti;
– minaccia di uccidersi se non acconsenti a fare ciò che vuole
… Questa è violenza psicologica

Succede sempre più spesso che:
– ti picchia;
– ti spinge;
– distrugge i tuoi oggetti;
– ti tira contro oggetti;
– ti impedisce di uscire;
– ti priva del sonno;
– ti priva del cibo;
– ti priva delle cure mediche;
– ti sputa addosso;
– ti chiude a chiave dentro una stanza o dentro casa
… Questa è violenza fisica

Succede sempre più spesso che:
– non ti dà soldi per le spese familiari;
– non condivide con te le spese relative al bilancio familiare;
– ti costringe a consegnargli tutto il tuo stipendio;
– controlla i tuoi estratti conto o sequestra il tuo bancomat;
– controlla gli scontrini della spesa che fai e ti perquisisce la borsa;
– ti costringe a chiedergli i soldi ogni volta che ne hai bisogno;
– pretende di usare per la famiglia tutto il tuo stipendio tenendo il proprio per sé;
– pretende che tu ti licenzi dal lavoro
… Questa è violenza economica

Succede sempre più spesso che:
– ti insulta o ti umilia durante un rapporto sessuale;
– ti costringe ad avere rapporti sessuali con lui;
– ti costringe ad avere rapporti sessuali con altri;
– ti obbliga a guardare e a ripetere delle scene pornografiche
… Questa è violenza sessuale

Tratto da “Quello che resta. Storia di Stefania Noce” di Serena Maiorana, 2013

Per una Città a misura di donna. Incontro pubblico giovedì 5 dicembre alle 17.30

pomezia

Sportello Donne in collaborazione con il Comune di Pomezia, organizza l’incontro pubblico “Servizi, diritti, contrasto alle violenze. Per una Città a misura di donna” giovedì 5 dicembre alle ore 17.30 presso la sala conferenze della biblioteca comunale.

“Il 25 novembre scorso – dichiara la vice Sindaco Elisabetta Serra – si è celebrata, come ogni anno, la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne e come ogni anno, in tutti i territori si sono svolti eventi e manifestazioni che mettono al centro la questione della violenza di genere. La violenza sulle donne non è un’emergenza, bensì un fenomeno strutturato nella società e come tale va affrontato. E’ necessario innanzitutto parlare di violenze – fisiche, psicologiche, economiche – che hanno a che fare non soltanto con le singole situazioni familiari, la cosiddetta violenza domestica, ma anche con il tessuto culturale, sociale e lavorativo che compone la cittadinanza. L’Amministrazione comunale di Pomezia vuole andare oltre gli spot legati alla data celebrativa. Vogliamo istituire una rete con le associazioni, le scuole, i presidi sanitari e le forze dell’ordine del territorio che sia un punto di riferimento per le cittadine di Pomezia e un luogo aperto di dialogo e confronto tra quei soggetti che possono affrontare, con strumenti e modalità diverse, non solo la questione della violenza sulle donne ma più in generale la questione di genere nel territorio. Per questo vi aspettiamo, insieme alle volontarie di Sportello Donne Pomezia, giovedì 5 dicembre alle 17.30 in biblioteca”.

“Roberta Lanzino. Ragazza”, a Pomezia il 29 novembre

lanzinoIl 29 novembre alle 18.30 a Spazio Durango (Via Metastasio 25/27, Pomezia) presentiamo la graphic novel di Celeste Costantino e Marina Comandini (Prefazione di Carlo Lucarelli).

Il primo fumetto italiano dedicato a una vittima della violenza maschile. Le autrici: “La sua storia può essere quella di ciascuna di noi”. Un classico caso di femminicidio. Sullo sfondo l’ombra di personaggi legati alla ‘ndrangheta.

Intervengono:
CELESTE COSTANTINO Autrice,
PINA NUZZO Laboratorio Donnae.

Appuntamenti di novembre 2013

Il 20 novembre “Diritti e rovesci tra genitori e figli”

locandina diritti e rovesciIl 20 novembre dalle 16 alle 18 presso la biblioteca comunale di Pomezia, presentiamo una manifestazione per la Giornata sui diritti dell’infanzia dal titolo ‘Diritti e rovesci tra genitori e figlicon un incontro nella sala conferenze per i genitori e tutti coloro che sono interessati alla tematica e un laboratorio per bambini al piano terra.

Con l’occasione abbiamo il piacere di invitarvi all’evento. Vi aspettiamo!

Il 29 novembre “Roberta Lanzino. Ragazza”

lanzinoA Spazio Durango (Via Metastasio 25/27, Pomezia) presentiamo la graphic novel di Celeste Costantino e Marina Comandini (Prefazione di Carlo Lucarelli).

Il primo fumetto italiano dedicato a una vittima della violenza maschile. Le autrici: “La sua storia può essere quella di ciascuna di noi”. Un classico caso di femminicidio. Sullo sfondo l’ombra di personaggi legati alla ‘ndrangheta.

Intervengono: CELESTE COSTANTINO Autrice, PINA NUZZO Laboratorio Donnae.

 

Sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre Sportello Donne Pomezia sarà inoltre presente con altre associazioni attive sul territorio presso i locali del centro commerciale “I 16 pini”

Sportello Donne lancia un appello ai candidati a sindaco del Comune di Pomezia

colonna200Sportello Donne Pomezia vuole rivolgere un appello alla politica e in particolare agli otto candidati a sindaco alle prossime elezioni amministrative del Comune di Pomezia.

Chiediamo di inserire nell’agenda politica comunale la questione di genere come fondamento di una politica che non consideri le donne come soggetti sottoposti a quote rosa, ma come centrali nelle scelte e nelle decisioni della vita amministrativa; che consideri le donne – studentesse, madri, lavoratrici, pensionate, casalinghe – una risorsa per il territorio; che fornisca i servizi necessari affinché le donne della nostra città non debbano trovarsi di fronte all’aut aut tra lavoro e famiglia.

Chiediamo ai politici che governeranno Pomezia di sostenere con tutte le risorse politiche ed economiche necessarie, le associazioni e le realtà che si dedicano alle questioni femminili sul territorio, in particolare a contrasto della violenza di genere, e che ad oggi si tengono in vita grazie all’autofinanziamento e alla volontà e passione di donne – operatrici e professioniste – volontarie.

Chiediamo al prossimo sindaco di Pomezia di avviare una sinergia tra le istituzioni, le forze dell’ordine, il pronto soccorso della Clinica Sant’Anna, il consultorio pubblico e tutte le associazioni femminili del territorio per tutelare e sostenere le donne vittime di violenza e non solo.

Sportello Donne Pomezia si mette a disposizione per la condivisione di dati ed esperienze ed è pronta a collaborare con la prossima amministrazione per un progetto di tutela e sostegno delle donne.

Sportello Donne Pomezia